.
Annunci online

Pupazzi Perché il mondo è un grande teatrino
Sempre un passo avanti
post pubblicato in Politica, il 25 maggio 2009


La destra Italiana, giorno per giorno, sceglie di identificarsi in uno, o nell'altro Paese Mondiale come sua ispirazione. Certo, elezione dopo elezione le forme di ispirazione diminuiscono: già da anni la Spagna è diventata scomoda. Da quando c'è Barack Obama, poi, l'America ha perso per Berlusconi l'appeal che aveva quando c'era quel sant'Uomo di Bush. Ed allora meglio ripiegare sulla dittatoriale Russia.

L'ennesima riprova l'abbiamo adesso. Hillary Clinton, Segretario di Stato Americano ed ex First Lady si scioglie e finalmente dichiara: per i Diplomatici Americani ci saranno pieni diritti, qualora avessero un Partner omosessuale. "Le discriminazioni che ci sono state storicamente sono ingiuste e devono sparire", ha scritto. Ed è già stato approvato. Da adesso i compagni dei diplomatici avranno pieno diritto ai corsi di Lingua, alle procedure di sicurezza per terrorismo.

E questo si inserisce proprio mentre la procedura del "Don't Ask, Don't Tell" inizia a crollare. Se questo sistema, tra l'altro ideato proprio dall'ex Presidente Bill Clinton, finora è riuscito a deresponsabilizzare sull'argomento, adesso il Capo di Stato Maggiore Mullen ha dichiarato che è il momento di andare avanti e permettere l'assoluta integrazione.

Oggi l'America è un po' meno Italiana.     
La classe non è acqua
post pubblicato in Politica, il 17 maggio 2009
NOTRE DAME (Indiana) - Barack Obama fischiato all'università cattolica di Notre Dame nell'Indiana, la prima vera contestazione pubblica della sua recente presidenza. I cattolici contestano al presidente la sua politica favorevole all'aborto e alla ricerca sulle staminali. Barack Obama non si è scomposto: ha ricevuto la laurea honoris causa in legge che l'università promette ai presidenti degli Stati Uniti al loro insediamento, e al termine della replica dei suoi fan ha detto: "Va tutto bene, nessun problema".

Nonostante le contestazioni, il presidente ha teso la mano verso i conservatori religiosi invitando
americani di ogni fede e convinzione ideologica "in uno sforzo comune" per ridurre il numero degli aborti: "Non voglio dire che il dibattito sull'aborto sia destinato a scomparire: le opinioni degli americani al riguardo sono complesse e contraddittorie, e il fatto è che a certi livelli sono inconciliabili. Difendiamo le nostre opinioni con passione e convinzione, ma senza ridurre a caricatura chi non la pensa come noi".

Roma, 2 mag.- (Adnkronos) – “Vedo picchetti di fischiatori organizzati che ormai sono presenti dovunque ci sia la consapevolezza del passaggio o di una presenza del presidente del Consiglio. In modo che cosi’ sui giornali titolano: ‘il presidente del Consiglio e’ stato contestato…’”. Silvio Berlusconi parla ad una conferenza stampa a palazzo Chigi sull’emergenza terremoto in Abruzzo.

In apertura il Cavaliere punta il dito su chi lo ha contestato in questi giorni. Ieri a Napoli, questo pomeriggio a Roma prima di entrare a palazzo Chigi, infatti, il premier e’ stato accolto da applausi e qualche fischio. “Sono sempre i soliti 10-12 professionisti”, avverte il leader del Pdl.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica Berlusconi Obama USA Italia Fischi

permalink | inviato da Puppeteer il 17/5/2009 alle 22:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia aprile        giugno