.
Annunci online

Pupazzi Perché il mondo è un grande teatrino
Belle Figure nel Mondo
post pubblicato in Politica, il 1 giugno 2009


Un tempo eravamo conosciuti per essere la Nazione di grandi pensatori ed illustri intellettuali, per essere lo Stato che dava continuamente nuova linfa alla Cultura Europea e Mondiale. Siamo la patria che ha dato i natali agli antichi Romani da cui l'Europa stessa si è generata.
Insomma, facevamo la nostra porca figura.
Adesso la figura è sempre "porca", ma per ben altre ragioni.

Con lo scandalo Noemi, Silvio Berlusconi è diventato, giustamente, il focus centrale dell'italiano medio. Egli rappresenta, infatti, null'altro che l'uomo normale, che pensa solamente al suo ovile e non guarda oltre l'uscio di casa sua. E' l'uomo che non ha alcun interesse in nient'altro che sé stesso.

Inutile ricordare gli attacchi del Financial Times, di cui si è largamente parlato.
Adesso, però, a tessere le "lodi" a Silvio Berlusconi ed indirettamente alle persone che lo hanno votato, ci pensano numerosissime testate internazionali. Il Times di Londra titola con "Cade la maschera del Clown", mentre anche El Pais e Libération, il primo spagnolo mentre il secondo francese, sperano che il popolo italiano finalmente apra gli occhi sulla macchietta che dovrebbe rappresentarlo in Europa e nel Mondo. Non solo, però, perché è indubbio che molti italiani non hanno intenzione di guardare oltre il proprio naso: perché se il governo Prodi ha fatto molti danni ai piccoli imprenditori, è indubbio che Berlusconi solleciti l'idea che tutto sia lecito e consentito finché non ti beccano.
E' questo malcostume diffusissimo che travolge le nostre istituzioni, che si propaga anche nei ceti più bassi. Non ci scandalizziamo più per nulla. Le battaglie, ormai, sembrano combattute in virtù del nulla cosmico, come se non ci interessasse più di niente, come se l'unico nostro obiettivo è farci gli affaracci nostri. E questo è terribilmente deprimente, terribilmente vergognoso.
Com'è possibile che solo l'Italia non se ne accorga? Com'è possibile che siamo gli unici a non percepire quanto di marcio stia succedendo?
Un sondaggio europeo, indetto da Le Figaro, quotidiano francese, mostra che Berlusconi e la Merkel sono gli unici leader europei ad avere nel proprio paese più del 50% di popolarità. Eppure in Europa i due si distanziano moltissimo: il primo, infatti, ha solo il 25% di gradimento, mentre la Merkel è al primo posto. E' inoltre considerato tra i leader più ininfluenti in Europa.

Insomma, stiamo messi malissimo. Eppure, non si sa come, non ce ne accorgiamo.               

Sfoglia maggio        luglio